Crotone 2 marzo 2022.

(nella foto Giovanni Ferrarelli, direttore Confcommercio Calabria, Antonio Casillo, presidente di Confcommercio Calabria, e Salvatore Foti, presidente associazione VentiVentuno)

Presso la sede di Confcommercio Centrale di Crotone nasce la Fondazione VentiVentuno. Fondatore Confcommercio, più 16 soggetti che hanno aderito e contribuito economicamente alla nascita della Fondazione che ha l’ambizione di lavorare ed operare nelle tre province di Crotone, Catanzaro e Vibo Valentia.

Antonio Casillo: è un giorno importante quello di oggi, perché abbiamo dato vita alla Fondazione VentiVentuno. Abbiamo fatto squadra, abbiamo avuto coraggio e abbiamo fatto si che nascesse la Fondazione. La stessa ha un significato ben preciso, la ricostruzione di un territorio e della sua economia, dopo due terribili anni di pandemia.

La Fondazione agirà anche negli altri territori calabresi, quelli che vorranno rafforzare il nostro gioco di squadra. Vogliamo creare l’opportunità che l’economia del territorio prenda la strada giusta. Vogliamo una economia virtuosa che permetta ai nostri figli di rimanere in questa terra, perché i numeri attuali legato all’occupazione sono disastrosi.

Ci rivolgiamo agli operatori ed agli enti. Noi vogliamo dare solo dare il nostro apporto, attraverso il reperimento di risorse finanziarie. Quelle del Pnrr per esempio. Non siamo profeti ma abbiamo la volontà di chi lavora come una squadra, quale è Confcommercio. È stato un lavoro immane, e non è stato affatto facile far nascere questa Fondazione, e di ciò ringrazio soprattutto Giovanni Ferrarelle e Salvatore Foti.

Salvatore Foti: “siamo entrati in un’economia di guerra. Avremo quindi una frenata degli indici di sviluppo che aumenteranno le criticità economiche. Corriamo il rischio di tornare alla politica del risparmio. Lo spazio per crescere si ridurrà quindi stare fermi significherebbe precipitare in un disastro. Non più calcoli di alleanze, ma collaborazione fra personalità per studiare e costruire progetti, e poi recepire fondi economici”.

Giovanni Ferrarelli: “siamo Confcommercio Calabria centrale e quindi non possiamo guardare solo al nostro orticello. Ecco perché vogliamo guardare anche ad altri territori. Il Pnrr (un terzo di competenza degli enti locali), è una opportunità fondamentale, più i fondi comunitari e statali, per un totale di 230 miliardi di euro. Vogliamo e dobbiamo rigenerare sviluppo, cercando soprattutto dare man forte alle amministrazioni pubbliche, attraverso una visione condivisa di sviluppo del mondo del terziario”.