Forse, dovremmo ascoltare un po’ di più e con maggiore attenzione i nostri bambini. Cosa pensano, cosa dicono, e cosa desiderano. Ne usciremmo sicuramente delle persone migliori, ed allo stesso tempo guarderemmo il mondo in modo diverso e da un’altra prospettiva: quella dei colori, della sincerità, della gioia di vedere la gente sorridere e stare bene, dello stare insieme, di un mondo senza guerre, senza gente che soffre, senza gente che non ha né una casa e né da mangiare.

Più spazi per giocare e fare sport, vivere e studiare in un ambiente più accogliente e sicuro. Questo chiedono e desiderano i bambini. Tutti i bambini. Anche quelli che oggi hanno incontrato per strada, nel loro quartiere, il sindaco di Isola Capo Rizzuto Mariagrazia Vittimberga, ponendole tante domande. Senza filtri, senza condizionamenti e senza interferenze.

Praticamente quello che noi adulti desidereremmo, ma che invece poi non riusciamo o non vogliamo fare. Se non ci complichiamo la vita e non rendiamo tutto così maledettamente difficile infatti, non siamo contenti.

Ed i risultati si vedono. Lei, il sindaco di Isola Capo Rizzuto, è stata ad ascoltare, ha risposto e si è intrattenuta con i suoi piccoli concittadini. Bella, utile e lodevole iniziativa. Chissà che non ne faccia tesoro. Siamo sicuri di si.