Riceviamo e pubblichiamo

La Regione Calabria ha pubblicato un’indagine esplorativa per individuare progetti in materia di turismo accessibile e inclusivo per le persone con diversa abilità.

Poiché a tale iniziativa possono partecipare anche i Comuni, gli assessori Filly Pollinzi e Maria Bruni hanno promosso una riunione, nella Casa Comunale, con le associazioni del settore per individuare e condividere la tipologia di azioni da inoltrare.

Interventi in questo campo, infatti, non possono prescindere dall’ascolto di quelle che sono le reali condizioni di accessibilità e fruibilità che una destinazione turistica deve possedere.

Su questa base l’amministrazione ha ritenuto necessario, prima di presentare una proposta, di condividere con le associazioni le caratteristiche ed i bisogni dell’utilizzatore finale.

Gli ambiti della proposta dell’Ente saranno indirizzati a creare soluzioni diversificate, modulabili e adattabili alle specifiche esigenze delle persone.

L’iniziativa progettuale sarà tesa a favorire, a partire dai cittadini, la presenza di turisti con diversa abilità e dei loro familiari, alla realizzazione di infrastrutture, all’attivazione di
tirocini lavorativi per persone diversamente abili.

L’obiettivo finale sarà di consentire di vivere, senza barriere materiali ed immateriali, tutte le attività ricreative e culturali che offre il territorio e non soltanto raggiungere una spiaggia.

Indipendentemente dalla proposta che sarà inoltrata, l’incontro è stato importante per un confronto tra il Comune e le associazioni. Il bando lo si è percepito quale, sicuramente un’opportunità, ma principalmente un’occasione per unire associazioni diverse a lavorare insieme su proposte e iniziative finalizzate a permettere a tutte le persone, con qualunque tipo di difficoltà, a non fare rinunce.