L’estate 2022 dovrebbe essere la prima dopo due anni segnati dalla pandemia di Covid-19. In molte regioni la stagione balneare parte già nei prossimi giorni e sarà all’insegna di regole più permissive ed allentate per quanto riguarda il distanziamento sociale.

A inizio aprile è stata emanata un’ordinanza del Ministero della Salute con le “Linee Guida per la ripresa delle attività economiche e sociali”, subito dopo la fine dello stato di emergenza. Riguardano “stabilimenti balneari, spiagge attrezzate e spiagge libere e vanno integrate, con quelle relative alle e piscine per l’attività natatoria e ai servizi di ristorazione ove presenti.

Uno stabilimento balneare. ANSA/LUCA ZENNARO

Non ci saranno più le limitazioni imposte dal Green pass, non saranno necessarie le mascherine e sparisce il distanziamento, fermo restando il buon senso delle persone, dato che la pandemia non è del tutto terminata. Nell’ordinanza non sono previste prescrizioni particolari per i gestori dei lidi, ma solo indicazioni.

Si chiede di  “privilegiare l’accesso agli stabilimenti tramite prenotazione” e “favorire modalità di pagamento elettroniche, eventualmente in fase di prenotazione”. Preferibile anche “riorganizzare gli spazi, per garantire l’accesso allo stabilimento in modo ordinato, al fine di evitare code e assembramenti di persone”.