Per chi cerca qualcosa di diverso, usato sicuro, casalinghi, e pezzi da “collezione”, non c’è più bisogno di attendere il mercatino del primo giovedì del mese. È arrivato il “mercatino” di tutti i giorni.

Ce l’avevano detto, e quasi non ci credevamo. Ci siamo appostati ed abbiamo verificato di persona. È vero. I cumuli di rifiuti ingombranti sparsi un po’ in tutta la città, e soprattutto ammassati fuori dalle isole ecologiche, si sono improvvisamente trasformati in una sorta di “mercatini dell’usato”, ovviamente accessibili a tutti, e soprattutto gratuiti.

E per tutti si intende cittadini comuni, ma anche chi fra le “macerie” di rifiuti domestici, cerca e spesso trova, oggetti molto utili per essere riciclati, riadattati, o che addirittura diventano pezzi di ricambio per chi fa lavori manuali…

Insomma, fra necessità, curiosità, mania, ed anche “business”, ce n’è per tutti, e si trova davvero di tutto.

Basta saper “pescare” e sapersi adattare. Sedie, divani, poltrone, frigoriferi, gli immancabili materassi, tv, giocattoli, e molto altro ancora. E c’è anche chi, non trovando quello che cerca, si lamenta pure: “come mai non ci sono lavatrici?” Chissà perché.