Riceviamo e pubblichiamo

L’arrivo imminente della stagione autunnale e con essa quella delle piogge, non può trovare
impreparato un territorio che vanta un triste record di allagamenti ed alluvioni.
Ricordiamo l’evento alluvionale del 22 novembre 2020, che colpì la città di Crotone, mettendo in
ginocchio tante famiglie ed attività economiche, ingenti i danni ed in molti casi in tanti ancora in
attesa dei giusti risarcimenti.
A tal fine, in qualità di Consiglieri Comunali, abbiamo inviato una missiva all’Amministrazione
Comunale, per sollecitare l’insieme degli interventi necessari a mitigare il rischio idrogeologico ed
idraulico urbano. Purtroppo, registriamo un forte ritardo, riguardo quello che dovrebbe
rappresentare la normale attività di manutenzione e non straordinaria ed eseguita in condizioni di
ritardo e d’emergenza.
Gli eventi meteo estremi, che hanno interessato diverse zone del paese, alcune anche prossime
alle coste Crotonesi, devono spingerci ad assumere una maggiore consapevolezza nell’affrontare i
cambiamenti climatici in atto con un approccio metodologico e non improvvisato.
A tale scopo, crediamo che sia necessario, così come già in uso in altre città Italiane, di adottare un
Piano per la prevenzione e la conoscenza del rischio idraulico, in modo da efficientare la gestione
del territorio.
Non ci stancheremo mai di ricordare all’ Amministrazione Comunale, che senza la pianificazione e
la programmazione non ci può essere controllo e gestione del territorio.

I Consiglieri Comunali del Comune di Crotone
Salvatore Riga
Anna Maria Cantafora