Riceviamo e pubblichiamo

Un amore sviscerato per il proprio territorio, uno spiccato senso di appartenenza, l’orgoglio di essere crotonesi e calabresi, ma soprattutto una voglia di rivalsa per restituire a questa terra la dignità che merita. Tutto questo è emerso dalla presentazione dei candidati di Noi moderati che si è tenuta venerdì pomeriggio al centro studi Alkmeon gremito oltre i posti a sedere che offriva. Quasi un centinaio i simpatizzanti e i curiosi che sono accorsi per ascoltare le proposte dei candidati.
Ad aprire la serata è stato il coordinatore cittadino di Crotone di Noi con l’Italia Pisano Pagliaroli che ha rimarcato la fierezza dell’essere crotonese e l’importanza di dare fiducia a Noi moderati una vera forza capace di dare un contributo sostanziale per apportare un cambiamento.
A moderare l’incontro è stato Benedetto Proto che ha stimolato i candidati rendendo più frizzanti i loro interventi. In chiusura ha voluto ricordare l’anima di Noi moderati e il diverso percorso fatto dalle varie forze politiche che hanno trovato una convergenza definita vincente.
Il primo dei tre candidati ad illustrare le proprie idee e proposte è stato Nino Foti capolista al collegio plurinominale Calabria per la Camera dei deputati. Ha sfruttato l’assist lanciato da Pagliaroli per parlare degli annosi problemi di infrastrutture e trasporti che penalizzano oltremodo la Calabria.
Dopo di lui ha preso la parola Francesco Bevilacqua capolista al collegio plurinominale Calabria per il Senato che ha elencato i ritardi che caratterizzano la regione ed ha fatto un mea culpa per gli errori che in buona fede sono stati commessi negli anni. Ritardi legati alla burocrazia e alla criminalità organizzata che bloccano la piena esecuzione bloccando così il pieno sviluppo del territorio.
Ad infiammare la sala con la sua passione e con le sue idee sempre chiare ed esposte esemplarmente è stato l’altro candidato al senato, il crotonese Oreste Gualtieri che in questa sfida che lo vede neofita della politica ci sta mettendo anima e corpo. Coordinatore provinciale di Noi con l’Italia ha certamente convinto i numerosi partecipanti con proposte innovative che mettono la Calabria al centro di un progetto di crescita.
Piccola ma ben strutturato Noi moderati si candida ad essere una forza determinate per la vittoria finale della coalizione di centrodestra.