Riceviamo e pubblichiamo

Il Presidente del Consiglio Comunale esprime, anche a nome di tutti i consiglieri, solidarietà e vicinanza al Consigliere Comunale Avv. Fabrizio Meo e ai due dipendenti comunali ignobilmente aggrediti oggi nella Casa Comunale. L’accaduto costituisce un delitto che sotto il profilo penale sarà perseguito dagli Organi Competenti, ma costituisce anche un fatto gravissimo perché perpetrato contro l’amministrazione pubblica comunale nelle sue componenti istituzionali e politiche e gestionali; sotto tale profilo tocca a noi tutti, particolarmente a chi è impegnato in ruoli di responsabilità nelle attività pubbliche, capire la genesi dell’accaduto e intervenire in modo da evitare che tali episodi si ripetano. Certamente, senza avere la presunzione di essere esaustivi, il clima di scontro politico, la denigrazione dell’antagonista politico, la tendenza a ricusare le opinioni altrui stanno favorendo nella nostra comunità l’intolleranza verso l’”altro”.

L’appello è di abbassare i toni, sempre, per costruire un clima di confronto sereno e pacato, perché dall’analisi di soluzioni diverse si trova la soluzione migliore a ogni problema.