Riceviamo e pubblichiamo

 

Illustrissimo presidente Roberto Occhiuto, abbiamo visto il suo video ed abbiamo rabbia, tantissima rabbia perché è sempre la stessa storia! Non c’è mai responsabilità dell’amministrazione politica in carica ma è sempre responsabilità delle precedenti; un perenne e continuo scaricabarile di responsabilità!

Il Comitato Cittadino Ferrovia Jonica non capisce come si possa parlare di aumenti quando sulla costa jonica si viaggia sugli stessi mezzi degli ultimi 30/40 anni in stazioni fatiscenti, neppure adeguate per le persone con difficoltà motoria, con un binario unico non elettrificato!!! Il trasporto pubblico ferroviario operato sulla fascia jonica a queste condizioni garantisce quel livello minimo di servizio previsto nel contratto firmato in Regione e, quindi, sia giustificata l’applicazione di quel documento elaborato in previsione di un’infrastruttura ammodernata e con l’entrata in funzione di nuovi treni

Purtroppo, l’infrastruttura ferroviaria è rimasta quella di sempre ed i nuovi treni diesel ancora un miraggio, pertanto, riteniamo che sulla fascia jonica in sostanza nessun investimento è stato effettuato per migliorare concretamente il trasporto pubblico ferroviario e, pertanto, l’aumento dei prezzi è, per noi, totalmente ingiustificato.

Sebbene, la Giunta Oliverio abbia deliberato un documento nel 2019 i cui effetti sono rimasti in sordina per 3 anni, Il Comitato Cittadino Ferrovia Jonica si chiede cosa abbiano fatto in questi anni gli assessori regionali preposti; possibile che nessun assessore si sia documentato del contratto di servizio di trasporto pubblico in essere e sulle sue conseguenze future?

Nessun dirigente in Regione si è accorto di tutto questo?

Nessun responsabile della Regione Calabria ha incontrato ArtCal?

Nessuno ha incontrato Trenitalia?

Nel decreto del 2019, attuativo, si parla di individuazione degli “indicatori di qualità effettiva del servizio erogato”, “provvedimento per le funzioni dell’Osservatorio della Mobilità e per l’apparato sanzionatorio – sistemi informativi e telematici”. Ossia si parla all’interno del decreto che lei mostra anche di atti di controllo verso chi gestisce il servizio.

Siamo perplessi perché lei e l’assessore Orsomarso ancora non avete dato vita al Comitato della Mobilità nel quale associazioni come la nostra potrebbe partecipare ed alimentare un dialogo costruttivo ed esporre i problemi della linea ferroviaria jonica!

Siamo perplessi perché Lei affronta questo problema più o meno come ha affrontato quello della Sacal. Pagherà la Regione per errori della politica o per contratti che non rispecchiano un livello di servizio adeguato! Sulla costa jonica si viaggia con le littorine e spesso i treni vengono soppressi senza alcun preavviso!

Nel suo appello, illustrissimo Presidente dice che la musica è cambiata presidente ma noi sentiamo sempre la stessa musica! Politica che accusa la politica del passato ed i cui errori sono tutti a carico dei cittadini.

Illustrissimo Presidente, non servono i video sui social ma serve un confronto concreto soprattutto con quelle associazioni che da anni sono sul territorio e per le quali ancora lei non ha trovato tempo per un incontro in cui potersi confrontare sulla realtà ma ancor di più sui problemi dei cittadini!!!

Nell’ultimo anno abbiamo segnalato a Trenitalia tantissimi disservizi ed ogni volta indirizzavamo a lei anche le nostre pec per conoscenza ma, nonostante tutto lei non ha mosso un dito per sostenerci e per far sentire che la Regione Calabria voglia veramente difendere i diritti dei cittadini in termini di trasporto pubblico ferroviario.

Il Comitato Cittadino Ferrovia Jonica è stato l’unico a denunciare pubblicamente i disservizi messi in atto da TRENITALIA sulla costa jonica!

Presidente se la musica è cambiata lo deve essere con i fatti ed i fatti dicono che l’assessore Orsomarso ha elogiato Trenitalia fino a poco tempo fa quando promuoveva in pompa magna i treni BLUES!!!

Presidente come è possibile che la REGIONE abbia scoperto solo ora questa delibera ed i suoi effetti?

Presidente, in quella delibera c’è qualcosa che lei non cita nel suo video: Tariffa unica del trasporto pubblico!

Viaggiare in pullman e viaggiare in treno dovrebbe avere secondo chi ha elaborato quella delibera per il cittadino lo stesso prezzo! Questo è il principio di quel decreto! Perché non lo dice?

Perché non dice che fu un decreto voluto per favorire non solo Trenitalia ma anche le compagnie di trasporto su gomma?

Noi siamo della costa jonica e noi viaggiamo come nel 1855!!! Presidente da noi la musica non sta cambiando!!! Sulla costa jonica non ci sono treni e le stazioni sono fantasma!!!

Non deve pagare per un contratto firmato nel 2019 deve pretendere di rivedere quel contratto e chiedere migliori servizi per noi cittadini!

Liberti di partire, liberi di tornare.

Referenti Comitato:

Provincia di Crotone

Giuseppe Martino 3209061209

Giovanni Marsala 3479930251

 

Provincia di Reggio

ComLogiacco ROBERTO Antonio 3293649672