Riceviamo e pubblichiamo

Anche la Commissione Tributaria Regionale conferma le buone ragioni dell’amministrazione e della città.

E’ di oggi pomeriggio la sentenza che conferma il primo deliberato favorevole ottenuto dal Comune relativo al ricorso dell’Eni sul primo avviso di accertamento (anno 2016) presentato dal Comune ai fini del pagamento dell’IMU sulle piattaforme in mare.

L’Organo di Giustizia Tributaria di secondo grado ha confermato il rigetto del ricorso promosso da Eni prendendo carico delle motivazioni esposte dal Comune di Crotone.

Attualmente sono pendenti ulteriori contenziosi relativi alle annualità successive.

“Questa sentenza di secondo grado rappresenta un importante precedente verosimilmente destinato ad orientare la positiva definizione dei contenziosi in essere a favore del Comune di Crotone.

Con Eni si può anche dialogare, lo stiamo facendo ai fini del riconoscimento di risorse da impiegare per opere di riqualificazione finalizzate allo sviluppo socio economico ed ambientale del territorio senza perdere mai di vista gli interessi della città” dichiara il sindaco Voce.