Riceviamo e pubblichiamo

Il Consiglio Comunale che si è tenuto ieri è la migliore risposta alle pretestuose ed in qualche caso offensive dichiarazioni rilasciate l’altro giorno da una parte della minoranza.

Alle offese, lo stile lo conosciamo ed è ormai un disco rotto, non prestiamo nemmeno il fianco.

Ma alcune considerazioni sulla pretestuosità di una parte delle argomentazioni addotte dai firmatari della nota stampa vale la pena soffermarsi

La maggioranza ha i numeri per governare questa città. Il dato è questo ed è incontrovertibile.

Lo ha dimostrato ieri in Consiglio Comunale approvando tutti i punti iscritti all’ordine del giorno e dimostrando compattezza ed assoluta comunità di intenti tra tutti i consiglieri.

Si grida allo scandalo se per ragioni di salute o impegni personali qualche consigliere di maggioranza non può partecipare al Consiglio e non ci si indigna, ad esempio, nell’accettare nelle proprie fila consiglieri eletti con i voti dei cittadini nella coalizione del sindaco Voce e passati, con distaccata indifferenza, all’opposizione o addirittura entrati a far parte di schieramenti politici completamente opposti a quelli con i quali ci si era candidati ed eletti.

Sul contributo che questa minoranza dice di voler dare, mi chiedo quali proposte siano state formulate sulle quali poter discutere se non l’offerta di un muro contro muro e il tentativo, costante, di far venir meno il numero legale durante le sedute.

La scena deprimente viene offerta puntualmente in ogni consiglio comunale proprio da chi diserta le discussioni non solo in sede di Consiglio Comunale ma anche nelle commissioni; invito a verificare le presenze di alcuni consiglieri di minoranza che in qualche caso sono vicine allo zero.

Non è la mia maggioranza che non ha i numeri. E’ la minoranza che non li ha. Si contino loro.

Il Sindaco

Vincenzo Voce