L’invito, a dire il vero un po’ tiepido e quasi “sussurrato”, arriva dal Consiglio Comunale di ieri, ed a pronunciarlo è il sindaco di Crotone Vincenzo Voce che, durante il suo solito monologo di replica, in merito alla “carissima” TARI, (fra le più alte in Italia), esorta i cittadini crotonesi a fare la raccolta differenziata. Dove è possibile farla, aggiungiamo noi. Poi però, lanciato il virtuoso invito, il primo cittadino segnala un fatto abbastanza curioso, ma secondo noi anche significativo, visto e considerato che si parla di Tari, rifiuti e raccolta differenziata. Afferma Voce: “andate a vedere i contenitori dell’umido, sono sempre vuoti, controllate, fate foto e denunciate chi abbandona selvaggiamente i rifiuti”.

Come dire, io gli strumenti ve li ho dati, adesso tocca a voi suonare. Anche se, per dirla tutta, la musica sembra essere proprio un’altra. Molto probabilmente questa “benedetta” differenziata non conviene quasi a nessuno. Si continua “necessariamente” a conferire in discarica, e la TARI aumenta sempre di più. Nel frattempo i “furbetti” che non pagano la tassa sui rifiuti, (così li definisce il sindaco), crescono giorno dopo giorno. Sono 3.000 ad oggi, secondo i dati raccolti e diffusi da Voce. Sia chiaro, siamo contro ogni tipo di evasione, ma anche con chi non ha i soldi per campare, figuriamoci per pagare la TARI…