Riceviamo e pubblichiamo

 

 

Ci troviamo costretti a replicare al Sindaco Voce, per chiarire alcuni concetti che dovrebbe assimilare in fretta, pena non la bocciatura, visto che i crotonesi questo l’hanno già fatto.

La maggioranza ha i numeri per governare?

Perché allora continuare a fare consigli comunali in seconda seduta?

Perché scodinzolare tra le gambe di qualche consigliere comunale di opposizione, per avere il mantenimento del numero legale in ogni Consiglio?

Perché promettere al solito consigliere d’opposizione la Presidenza del Consiglio e portare il povero Giovanni Greco sull’orlo di una crisi di nervi?

Le ricordiamo che lei ha già preso impegni con due consiglieri di maggioranza che stanno ancora aspettando il rimpasto di giunta da lei promesso. Guarda caso proprio alla vigilia del voto per il bilancio! È chiaro persino a lei, che i numeri per governare non ci sono più.

L’opposizione, caro Voce, non deve avere i numeri, perché non è un corpo unitario e compatto, è la maggioranza che deve essere compatta e numerosa. Lo prevede anche la legge. A lei egregio Sindaco, non le è consentito fare la morale a nessuno.

Un sindaco che vince contro tutti i partiti, parlando male dei partiti, poi, tra provinciali, regionali e politiche cerca sostegno e sostiene, qualunque partito, partendo da sinistra e finendo a destra (forse ha pensato che il movimento fosse stato pensato da Togliatti), tutto pur di rimanere incollato alla sua “ben pagata” poltrona. 

Ci tocca concludere che il Re Travicello si è trasformato in un Saltimbanco. Di volta in volta ne racconta una più mendace dell’altra. Proprio perché non intendiamo sfuggire dalle nostre responsabilità, invitiamo il Sindaco a convocare un Consiglio Comunale con un solo punto all’ordine del giorno per un confronto politico ed amministrativo nel quale delineare con chiarezza documentale e, senza contorsioni verbali, chi è a sostegno della Giunta Voce e chi, invece, è all’ opposizione. È ovvio che se il Sindaco non dovesse procedere nelle prossime 48 h. a convocare il Consiglio, provvederemo come gruppi di opposizione secondo i dettami Statutari.

 

I Consiglieri Comunali

 

Alessia Lerose

Andrea Devona

Andrea Tesoriere 

Anna Maria Cantafora

Antonio Manica

Antonio Megna  

Carmen Giancotti

Danilo Arcuri 

Enrico Pedace

Fabio Manica 

Fabiola Marrelli 

Fabrizio Meo 

Giuseppe Fiorino 

Marisa Luana Cavallo

Salvatore Riga