Mancano solo i crismi dell’ufficialità che, salvo clamorosi ribaltoni, dovrebbe arrivare fra qualche giorno. Il tempo necessario per un’ulteriore e generale riflessione, utile soprattutto a metabolizzare la decisione, dopo di che si passerà alle cose pratiche. La riunione di lunedì sera fra il sindaco Voce e la sua maggioranza, ha infatti confermato che l’avvicendamento alla Presidenza del Consiglio fra Giovanni Greco e Mario Megna si dovrebbe fare. Quest’ultimo, ormai fuori da Forza Italia, ha sposato in pieno e con i fatti il progetto Voce, è praticamente un consigliere di maggioranza, e quindi idoneo a ricoprire la carica di presidente del Consiglio Comunale qualora fosse eletto.

Giovanni Greco dal suo canto, da uomo di squadra misurato e responsabile, è già pronto a “farsi da parte” ed accettare il ruolo di assessore, molto probabilmente quello all’Urbanistica. Naturalmente, fra Mario Megna e la carica di presidente del Consiglio Comunale, c’è di mezzo una preferenza, quella che dovranno esprimere i consiglieri in sede di voto ed eventualmente eleggerlo quale nuovo presidente.

I numeri questa volta dovrebbero essere quelli giusti. Il primo Consiglio Comunale utile dirà. In itinere e secondo i programmi, anche l’ingresso in Giunta di altri due assessori. Ma ci sarà tempo e modo.