Il documento/mozione, avente quale primo firmatario Fabrizio Meo, firmato anche dai consiglieri Giancotti, Corigliano, Fiorino, Familiari e Pingitore, approvata all’unanimità dal Consiglio Comunale non senza qualche evidente divergenza di vedute sulla problematica sociale donne iraniane, con la quale si chiede soprattutto la liberazione della nostra connazionale Alessia Picerno, ancora imprigionata in Iran.