Riceviamo e pubblichiamo

Giancotti e Cavallo: “Noi andiamo a studiare lei impari a fare il Sindaco.”

 

Non comprendiamo la reazione del Sindaco Voce che, invece, di accogliere la richiesta di cinque consiglieri comunali e aprire il confronto istituzionale con il Consiglio comunale sulla Bonifica, preferisce chiudersi in una conferenza stampa, senza alcun contraddittorio, ed innalzarsi a Professore pronto a bacchettare i suoi studenti, dimenticando di non essere più a scuola ormai da due anni.

Nei giorni scorsi abbiamo posto delle domande e a nessuna di queste il Sindaco ha dato risposta.

Cosa ne sarà della passeggiata degli innamorati?

Dove verranno sepolti i veleni?

Quando e come riprenderanno i lavori di bonifica?

Domande che soprattutto i cittadini ci pongono e alle quali il Sindaco ha il dovere di dare una risposta e il luogo deputato a farlo è il Consiglio Comunale.

La risposta del Sindaco, come al solito “elegante e garbata”, dopo il nostro invito a far luce sulla Bonifica nell’assise comunale, è stata che “dobbiamo andare a studiare”.

Caro Professore Voce, lei ha ragione, dobbiamo studiare, guai a “nascere imparati” e, a differenza sua, a noi certamente non manca l’umiltà di riconoscere i nostri limiti ma neppure la voglia di superarli.

La Bonifica, caro Sindaco, è stata il suo cavallo di battaglia in campagna elettorale ed è stato lei ad incantare i cittadini con promesse che non ha più mantenuto.

Avrebbe, quantomeno, dovuto garantire il principio cosiddetto di democrazia e convocare il Consiglio Comunale che è la casa dei cittadini e non la sua.

Noi andiamo a studiare, con la speranza che lei, prima o poi, impari a fare il Sindaco.

 

Le Consigliere comunali

Carmen Giancotti

Marisa Luana Cavallo