Riceviamo e pubblichiamo

I vertici provinciali del centrodestra tornano a riunirsi seguendo il modello del centrodestra regionale, quindi allargando la riunione ad Azione che in Regione sostiene il Governatore Roberto Occhiuto.
Presenti alla riunione il coordinatore Provinciale di Forza Italia Sergio Torromino affiancato dal coordinatore comunale Giuseppe Fiorino, il coordinatore provinciale Michele De Simone accompagnato dal suo vice Salvatore Cosimo per Fratelli d’Italia , Rino Le Rose per Azione , Vincenzo Camposano per l’UDC, e il coordinatore provinciale di Noi Moderatali Pisano Pagliaroli ( fautore dell’ iniziativa) mentre Nicola Daniele della Laga avvisava dell’assenza per sopraggiunti impegni.
Al centro della discussione le problematiche territoriali della provincia e della città di Crotone, le prospettive di sviluppo e, la certezza di ripartire uniti anche in prossimità dei prossimi impegni elettorali.

L’unione di intenti potrà portare certamente a un buon governo dell’intero territorio provinciale, soltanto se il percorso che si vorrà intraprendere sarà un percorso lineare, chiaro e trasparente.

Qualche breve cenno, non poteva mancare sull’imminente impegno elettorale per il rinnovo del consiglio Provinciale il prossimo 3 febbraio 2024 con quella che si spera sarà l’ultima elezione di secondo livello.

A tal riguardo visto che si vota solo per il rinnovo del Consiglio Provinciale e che dunque non è in discussione la figura del Presidente Sergio Ferrari, già sostenuto nel dicembre del 2021 dalla coalizione, è indispensabile attivarsi per raggiungere l’obiettivo di avere una solida maggioranza di centrodestra. Obiettivo alla portata dei partiti della coalizione solo con una attenta pianificazione territoriale.

Indispensabile un dialogo imminente con il Presidente Ferrari, di cui si farà carico, per la medesima appartenenza partitica, il coordinatore provinciale di FI Sergio Torromono.

Questo quanto brevemente emerso da quello che può dirsi il primo di una serie di incontri del centrodestra crotonese, che già è al lavoro per programmare una serie di appuntamenti finalizzati alla stesura di un nuovo e unanime progetto politico territoriale.