L’autorevole pensiero del musicista e compositore Sergio Cammariere in merito alla significativa e molto emozionante esibizione Sanremese di Giovanni Allevi:

“Dopo il suo monologo, così sentito e accorato, dopo le sue parole e il racconto della sua Odissea, quando si è seduto al piano mi sono commosso. Quando un musicista ci mette tutta l’anima non commette mai errori. La musica è taumaturgica e consola”.

Grande stima, umana e professionale. Cos’altro aggiungere? Assolutamente nulla…