Due le novità di un certo rilievo, per ragioni e motivazioni totalmente opposte, che molto probabilmente sono balzate all’attenzione della gente, del Comitato, dei sindaci e dei cronisti presenti questa mattina presso l’aeroporto Sant’Anna.

La prima, relativa alle incoraggianti e convinte dichiarazioni del presidente della Regione Mario Oliverio, che ha assicurato il suo massimo sforzo e impegno, affinché lo scalo crotonese riapra i battenti il più presto possibile, la rimandiamo solo di qualche giorno, e cioè a martedi 20 giugno, in occasione del Consiglio comunale straordinario.

Dove, molto verosimilmente, almeno questo è l’auspicio generale, verrà consegnata ai cittadini crotonesi la notizia che tutti attendono.

Lo stesso Oliverio infatti, nell’informare di un suo incontro con i vertici di Enac, ha sottolineato che ci si starebbe attivando per individuare una compagnia aerea, (che ci sarebbe già), immediatamente disponibile a volare da e per Crotone.

La seconda “novità”, fra virgolette non certo a causa nostra, ce l’ha invece regalata il buon Fabio Tomaino che, forse colto da una parziale ma evidente forma di amnesia politico-sindacale, ha pubblicamente proposto ad Oliverio di tentare di spostare i voli charter, da Lamezia a Crotone…

Idea e proposta molto importante ed interessante, se non fosse però che la stessa, era già stata lanciata dal sindaco Ugo Pugliese, durante il suo ultimo intervento in conferenza stampa.

Va bene che gli esami non finiscono mai, (meno male), e che quelli di “maturità” si stanno avvicinando, ma scopiazzare così spudoratamente un “compito in classe”, non è da sindacalista attento e preparato come Tomaino junior…

Rimandato anche lui.

Non a settembre però, sarebbe troppo tardi, bensi invece, all’atteso Consiglio comunale di martedi prossimo.