Lo hanno fatto per amore e per rispetto, nei confronti dell’ambiente e della città in cui vivono.

E questa mattina di buon’ora si sono ritrovati nello spicchio di spiaggia di fronte la passerella, e animati e spinti da grande buona volontà e spirito civico, hanno ripulito a dovere il tratto di spiaggia prescelto.

Si tratta di dieci ragazzi, tutti volontari e facenti parte del gruppo crotonese dei Verdi, che alla fine della loro mattinata hanno raccolto ben 30 sacchi pieni di carta, alluminio, vetri, tanti bicchieri e cannuccie di plastica, mozziconi di sigarette, ma anche coperte, asciugamani “seppelliti” sotto la sabbia.

“Vorrei precisare – ci dice la co-portavoce dei Verdi Luisa Federico – che la situazione che abbiamo trovato questa mattina su questo tratto di lungomare ci ha abbastanza infastiditi, perché si tratta di incivilta e di un certo degrado.

Inoltre vorrei dire che i cestini sul lungomare sono troppo pochi rispetto al numero di abitanti, e che ci vorrebbero anche dei posaceneri fissi, considerate le tante sigarette che c’erano per terra”.

La particolarità, insolita e molto apprezzabile, è dovuta dal fatto che non si è trattato di una semplice raccolta, poiché i volontari impegnati hanno provveduto nello stesso tempo a differenziare tutti i rifiuti, dividendoli in sacchi diversi a seconda del tipo di materiale.

Loro evidentemente, sono già pronti.

Insieme a Luisa Federico, l’altro co-portavoce dei Verdi di Crotone Francesco Salice, e Giovanni Antonio Marsala, delegato alla sanità del giovane e molto determinato gruppo ambientalista.