Il leader dei Demokratici Enzo Sculco pubblica un lungo, chiaro ed argomentato video sulla sua pagina Facebook, attraverso il quale spiega molto semplicemente cosa è già stato fatto, e cosa si sta tuttora facendo a Crotone, in merito alle operazioni di bonifica, (tuttora in corso per evitare che i veleni vadano a finire in mare), operazioni costate anni di faticoso lavoro e mediazioni, puntando il dito su chi utilizza evidentemente questo tema come cavallo di battaglia della campagna elettorale, (argomento purtroppo sconosciuto ai più), “per aizzare i cittadini e cavalcando le loro paure parlando di bonifica“. (vedi video)

Dopo poche ore, arriva l’intervento del candidato a sindaco Enzo Voce che, sentendosi molto probabilmente tirato direttamente in causa dalle affermazioni di Sculco, tenta di difendersi con un post sul suo profilo Facebook. L’argomento naturalmente, è sempre lo stesso: la bonifica.

“Rispondere al Sig. Enzo Sculco sulla bonifica è come sparare sulla Croce Rossa. Quanto al candidato Sindaco che gioca sulla paura della gente, presumo che si riferisca al sottoscritto.
La gente ha paura della miseria in cui versa la città, non di chi dice le cose come stanno sulla bonifica e sui veleni che lasceranno.
Il candidato a Sindaco di Sculco è stato prima Assessore con Vallone, poi nello staff di Vallone e successivamente nello staff dell’Assessore Rizzo, quindi si può dire che è sempre stato in prima linea in entrambi i progetti farlocchi che consentiranno ad ENI REWIND (ex Syndial) di lasciare gran parte dei suoli saturi profondi contaminati a contatto con la falda idrica. Per fortuna il sottoscritto e 632 cittadini, mettendo a disposizione uno staff di avvocati e i propri soldini, terranno testa al Ministero e ad ENI, per rimediare ai danni dell’Amministrazione Sculco/Pugliese sul pericoloso POB FASE 2 che hanno approvato senza fiatare.
Al Sig. Sculco non spiegherò perché il POB FASE 2 dei siti industriali (non delle discariche a mare) non sarà nemmeno una buona messa in sicurezza, ma lo INVITO AD UN INCONTRO PUBBLICO IN PIAZZA CON ME INSIEME AL SUO SINDACO E AI SUOI TECNICI.
Visto che sulla bonifica la sua Amministrazione non ha fatto nemmeno un dibattito pubblico, potrebbe spiegare ai cittadini la bontà del suo operato, o del suo candidato Sindaco. Deve farlo davanti a me, non dietro una telecamera”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here