Riceviamo e pubblichiamo

Luigi Cosenza

STOP ALLA POLITICA DI BASSA LEGA
Appello all’unità delle forze politiche del Centro Sinistra.

Volgiamo ancora un monito alle forze politiche del Centro Sinistra alle quali
chiediamo di fare uno sforzo ancora maggiore, per proseguire i lavori avviati con la “tavola rotonda” per la coalizione del centro sinistra alla quale va data la dovuta
“Dignità Politica” proprio per sgomberare ogni dubbio e prendere le distanze da tutte le posizioni personali assunte e che vedono, illudendo l’elettorato in liste civiche,
l’unione ibrida tra i referenti politici e segretari di una parte del Pd e Forzisti, leghisti, che può definirsi, senza mezzi termini, arrivismo personale e spartizioni di poltrone a “costo politica zero”.
Posizione politiche personali, dalle quali prendiamo le distanze, che non possono e non saranno avallate dal nostro movimento politico, nè sicuramente dai cittadini, nè tanto meno come si vorrebbe invece far credere dalle segreterie politiche provinciali del vero centro sinistra, per una manifesta incompatibilità politica di alleanze ibride di “colore variopinto”; auspicando che si facciano carico per ristabilire la rotta.
Trincerarsi sulla falsa riga della condivisione sull’azione programmatica, senza una
identità politica comune, è solo buttare polvere negli occhi ad un elettorato che
conosce bene la storia politica di tutti, e starà ad assistere con i prosciutti sugli occhi, ma saprà fare sintesi per difendere i valori a tutela dei diritti di tutti.
Il PD di Strongoli, ha chiesto di guidare il processo di costituzione del centro sinistra, parte del partito e dello stesso segretario locale hanno dimostrato però di non sforzarsi minimamente in questa direzione, scegliendo prima la via dell’imposizione dei candidati a sindaco, che non ha trovato consenso nemmeno nello stesso partito, ma tranquilli perché il loro “aut aut” era garantito da un accordo elettorale in tasca anche se traversale ed incompatibile alla linea politica naturale del partito;
perseguendo la via della irresponsabilità politica e dei giochi di palazzo, come
doverosamente denunciato dalla maggioranza dei dirigenti del PD i quali hanno

rimesso a centro la discussione sulla base di un documento politico chiaro per la costituzione del centro sinistra fuori da schieramenti ibridi.
Il nostro appello è che i dirigenti del PD facciano sintesi per trovare la forza al suo interno tracciando una linea politica unica, chiedendo con forza e chiarendo le scelte di partito, per dare un messaggio politico chiaro all’elettorato ma soprattutto per non
competere a gruppi in liste diverse.
Non si può pensare di portare a spasso l’elettorato per le questioni personali, per cui prendiamo le distanze dai comunicati e dalle posizioni ambigue delle altre forze politiche lavorando con forza per convergere in una Coalizione di Centro Sinistra, alle prossime amministrative, perché ribadiamo che non possiamo pensare di delegare
la politica alle “civiche unioni delle ultime ore”, con sintesi programmatiche dai titoli
vuoti, nè chiedere ulteriori sforzi alle “associazioni culturali”, di rimpiazzare a singhiozzo i partiti, puntualmente a ridosso e nelle competizioni elettorali; identità part-time del “vogliamoci bene per fare…” che puntualmente si dileguano dopo le elezioni favorendo il vuoto politico allontanando i cittadini dalla cosa pubblica.
Ai dirigenti politici dell’area di centro-sinistra e soprattutto del Pd, chiediamo di fare
uno sforzo comune, verso un processo unitario per promuovere una coalizione di centro sinistra per il governo della città per rispondere alle sfide che attendono la nostra città nei prossimi anni.

Strongoli, lì 07.08.2020
Per il direttivo
Il Coordinatore Avv. Luigi Cosenza

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here