L’ospedale San Giovanni di Dio di Crotone

Con la certezza che chi gestisce l’azienda sanitaria crotonese, organizzerà al meglio un necessario ed attento servizio di controllo, anche alla luce di quanto accaduto nei giorni scorsi all’interno del San Giovanni di Dio di Crotone, con tanto di non autorizzata “campagna elettorale”, da parte del candidato a sindaco del centrodestra, ci chiediamo come tanti di voi: perché fanno cosi tanto gola anche i circa 200 potenziali elettori ricoverati presso il nostro ospedale, (al netto di quelli dei paesi), che come sapete, potranno esercitare il loro diritto al voto nel seggio appositamente allestito, domenica 20 e lunedì 21 settembre?

E perché chi, fra le altre cose si dovrebbe occupare esclusivamente del suo lavoro aziendale e di alcuni servizi da garantire ai cittadini, si traveste anche da dirigente, occupandosi di discutibili faccende politiche che, almeno all’interno dell’ospedale, non dovrebbero interessargli affatto?

L’indagine già avviata dalla Direzione generale dell’Asp ci dirà. Intanto, in questa ultima settimana di campagna elettorale, chi vorrà tornare in ospedale, dovrà farlo attraverso regolare autorizzazione.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here