Il teatro comunale

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

“Auspichiamo l’apertura non di uno, ma di cento, meglio mille cantieri”.

Oltre le tante difficoltà che sta attraversando la Giunta Voce, non vorremmo che a peggiorare la situazione si introducesse una tendenza allo slogan e alla “bugia”, tendenza che renderebbe il contesto ancora più ingarbugliato e difficile da gestire di quanto già non sia.
Un esempio lampante di questa tendenza è il comunicato stampa sul nuovo Teatro Comunale.
Purtroppo, la Giunta Voce e l’assessore ai Lavori Pubblici, Ugo Carvelli, non ha aperto nessun cantiere, ma si è solo concluso un iter tecnico/amministrativo e nulla di più.

Giusto per essere chiari, le risorse, pari a quasi 4 milioni di euro sono state recuperate dopo dodici anni di immobilismo e inerzia dalla Prossima Crotone, il bando di gara è stato espletato a novembre 2019, l’assegnazione è avvenuta ad aprile 2020, ad agosto di quest’anno, con estremo ritardo, si è firmato il contratto con l’azienda che ha vinto il bando.
Per cui la domanda è lecita: che ha fatto la Giunta Voce per aprire questo cantiere?
Nemmeno una goccia di sudore è stata versata dal sindaco e dai suoi assessori per dare il via ai lavori per il completamento del teatro comunale.
Non si comprende quindi questo trionfalismo, così come appare incomprensibile questa autocelebrazione, tipico vezzo di una politica vecchia ed inconsistente, più adatta a Piazza Marinai d’Italia che non alla casa comunale.

Noi auspichiamo che questa amministrazione possa aprire non uno ma cento e meglio ancora mille cantieri, e se possibile ancora di più.
Magari partendo dalle ingenti risorse che giacciono nelle casse comunali, finanziamenti intercettati dalla precedente e tanto vituperata amministrazione, grazie all’instancabile e prezioso lavoro della nostra consigliera regionale Flora Sculco.
Pertanto, invitiamo l’assessore ai Lavori Pubblici ed il sindaco a darsi da fare per cantierare le risorse già presenti cominciando dal prolungamento del lungomare, dalla bonifica e dalla ristrutturazione della scuola di San Francesco, dalla messa in sicurezza e la bonifica dell’ex discarica comunale di Farina Tufolo e tante altre opere, opportunità e risorse che avremo modo di segnalare alla Giunta per evitare che se ne perdano le tracce.
Risorse, finanziamenti e opportunità che questa amministrazione si troverà a gestire non certo per merito proprio, né per grazia ricevuta, ma soltanto perché qualcuno ci ha lavorato prima ed è riuscito ad ottenere risultati.
Altro che lo slogan “immobilismo, debiti e casse vuote” che declama con estrema faciloneria il sindaco su Facebook.

Non abbiamo nessuna voglia e nemmeno il minimo desiderio di fare polemiche inutili.
Noi siamo diversi, anche dalle “classiche” opposizioni, perché intendiamo il nostro ruolo in modo costruttivo e non distruttivo, perché noi auspichiamo, vogliamo e desideriamo che Crotone possa crescere, svilupparsi e dare soddisfazione ai propri cittadini.
Coordinamento Politico
“Crotone città di tutti”

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here