Dubbi, riserve, e di conseguenza anche una precisa condizione da parte dei Partiti del centrodestra crotonese in merito alla candidatura del sindaco di Cirò Marina Sergio Ferrari quale presidente della Provincia di Crotone. Perplessità che a quanto pare, sarebbero legate alle poco gradite amicizie esterne di Ferrari, più nello specifico con un gruppo politico crotonese (misto), che già alle ultime elezioni regionali ha lavorato alla candidatura di un aspirante consigliere di centrodestra di Vibo, poi eletto in Consiglio regionale, e che supportando Ferrari vorrebbe mettere un piede anche all’interno della Provincia.

Per qualcuno di loro, ormai ex PD politicamente “dormiente”, si tratterebbe addirittura di un ritorno a “casa”, nelle vesti di possibile Capo di Gabinetto dell’ente intermedio.

Se Sergio Ferrari deciderà di poter fare a meno dell’apporto del suddetto gruppo, il candidato ufficiale del centrodestra alle prossime elezioni provinciali sarà lui, diversamente invece la coalizione punterebbe dritto su un altro nome. Confusione e lotte interne al PD, anche per quanto riguarda il nome del candidato a presidente della Provincia del centrosinistra. In pole, per ora, il sindaco di Crotone Voce che, secondo rumors percentuali, conterebbe addirittura sul 45% delle preferenze.

In questa possibile percentuale anche i voti degli Sculchiani? È probabile, perché no. Del resto, dal calcolo delle probabilità non si sfugge. Se non è Ferrari è Voce.