Riceviamo e pubblichiamo

A conclusione del mio mandato, durante il quale ho avuto l’onore di servire la città di Crotone, desidero rivolgere il mio più affettuoso saluto a tutti i cittadini, alle autorità civili, militari e religiose, alle associazioni economiche e sociali, agli organi di stampa.

Questi mesi mi hanno fatto conoscere una bella città e la sua gente che, orgogliosamente, avverte ed esprime il suo senso di appartenenza alla comunità.

Sono stati giorni intensi e difficili, in particolare i mesi dall’emergenza pandemica e del conseguente lockdown.

Insieme li abbiamo affrontati grazie non solo all’attenzione e al rispetto delle regole che le persone hanno dimostrato, ma soprattutto per il diffuso senso di solidarietà che ha caratterizzato quei giorni complicati.

In questi mesi ho profuso tutte le mie energie nello svolgimento dell’alto compito al quale sono stata chiamata, affrontando le problematiche nell’esclusivo interesse pubblico ed avendo come unico obiettivo il perseguimento del bene comune.

L’azione amministrativa è stata improntata ai principi delle regole e della legalità con la volontà specifica di offrire un apporto positivo alla città che, pur nelle tante difficoltà, ha potenzialità enormi, una storia millenaria, bellezze paesaggistiche ed artistiche e merita di essere conosciuta ed apprezzata proprio per queste tante peculiarità.

Ho inteso rafforzare nella pratica il senso del “pubblico” a vantaggio dei cittadini: nel privilegiare l’azione di Akrea nella raccolta differenziata e nel verde pubblico, conferendo risorse nuove; nel percorso di ridare agli impianti sportivi la dignità di essere al servizio della comunità, nel rispetto delle risorse comunali, senza l’ombra di presunte illegittimità e illegalità che hanno inficiato il rapporto con il cittadino; nel prevedere risorse comunali da destinare alle attività produttive; nel far rispettare i vincoli paesaggistici, per anni trascurati; nel dare una organizzazione all’assetto degli uffici comunali e alla sua dirigenza.

Vorrei anche esprimere la mia gratitudine a quanti sono stati vicini in questi mesi: sub commissari, segretario generale, dirigenti, funzionari e dipendenti del Comune.

Un saluto ed un ringraziamento particolare al sig. prefetto, con la quale si è instaurata una speciale e proficua collaborazione, e anche per aver voluto che il mio impegno andasse oltre il mio mandato, rivolgendosi a tutelare le istituzioni da infiltrazioni mafiose.

Un saluto e un ringraziamento sentito al sig. vescovo che ha aiutato la città con la sua opera pastorale nel momento particolarmente delicato della pandemia.

Un ringraziamento speciale va alla polizia locale e al suo comandante che nonostante le difficoltà di organico hanno profuso ogni possibile sforzo per essere all’altezza dei compiti istituzionali.

Al sig. questore e ai sigg. comandanti delle altre Forze di Polizia un grazie caloroso per il sostegno all’amministrazione comunale e per l’opera a tutela dell’ordine e della sicurezza pubblica della città.

Ancora, mi preme rivolgere un saluto ai Vigili del Fuoco, alla Protezione Civile, alle associazioni di volontariato, come sempre impegnati al servizio della comunità.

In ciascuno ho trovato disponibilità e collaborazione, particolarmente preziose in questo percorso amministrativo e in questo delicato momento della vita del paese.

Non potendo salutare personalmente tutti, lo faccio attraverso gli organi di informazione, che ringrazio ancora per l’attenzione rivoltami in questi mesi di amministrazione.

Ho la certezza che i cittadini hanno compreso i miei intendimenti.

Auguro alla città tutto il bene possibile attraverso un processo di sviluppo sociale ed economico e di crescita dei diritti fondamentali di ciascuno.

Grazie di cuore a tutti.

Il Commissario Straordinario

Tiziana Costantino

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here