Riceviamo e pubblichiamo

La maledizione di Pitagora non perdona!

Proviamo a fare chiarezza in merito alla mozione “installazione di una statua a memoria del grande matematico Pitagora” presentata dal Consigliere Iginio Pingitore nel Consiglio Comunale del 29 Dicembre.
Mozione che ha visto non favorevole il consiglio che ha votato contro.
16 contrari
11 favorevoli
3 astenuti
2 assenti
Che l’opposizione, vuoi per rispetto del “ruolo” o per semplice e comprensibile divergenza di opinione, votasse contro è risaputo, ma assistere all’ennesimo autogol della maggioranza fa davvero specie, anche in virtù del fatto che la statua di Pitagora è stata inserita nel programma elettorale della stessa maggioranza.
Da parte di chi ha votato contro sono state dibattute una serie di motivazioni che proveremo a smentire sottolineando la poca cura, da parte di alcuni consiglieri, nel leggere attentamente la mozione.

Le obiezioni presentate sono le seguenti.
“La mozione non presenta progettualità” – Falso. La mozione cita espressamente: Considerato che, nelle passate Amministrazioni il Comune di Crotone si impegnò, senza darne seguito, alla realizzazione di una statua di Pitagora. Da questo si evince la volontà di riportare alla luce una progettualità già esistente;

“Non è chiaro dove posizionare la statua” – Falso.  La mozione cita: Considerato che da decenni si parla e si discute di come poter onorare la figura del grande matematico mediante una statua nella principale piazza della città, già a lui dedicata.
“Siccome ci sono altri problemi, questo non è il momento di fare statue.”  Falso.  In una città ci saranno sempre argomenti più urgenti da trattare rispetto all’installazione di una statua, ma questo non significa che non si debba parlare anche di Cultura e Decoro Urbano.
“Le statue sono ‘roba da paese’.” – Incommentabile. Per citarne una fra le tante, e forse neanche la più bella o la più importante, la statua di Nettuno in Piazza Maggiore a Bologna. 
“Non possiamo chiedere soldi a nostri cittadini.”  Strumentalizzato.  Siamo consapevoli della situazione finanziaria del Comune di Crotone e pertanto lungi da noi richiedere la realizzazione della Statua a spese dell’Ente. Infatti abbiamo suggerito metodi alternativi per la ricerca dei fondi necessari (crowdfunding) con la conseguenza che la realizzazione sarebbe avvenuta a costo zero.
In un momento storico come questo, in cui il contesto sociale e sanitario è altamente demotivante,  è stata avanzata la proposta al solo fine di promuovere una bella iniziativa e culturalmente significativa, col fine ultimo di realizzare un progetto di cui si parla da almeno dieci anni.
Stanchi dei Soliti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here