Riceviamo e pubblichiamo

Domenica 28 agosto si è conclusa la Festa dell’Unità a Crotone. Tre giorni a Parco Pignera, una location che per noi rappresenta il simbolo di rinascita culturale del territorio, una rinascita cui, come PD Crotone, vogliamo dare il nostro contributo. Abbiamo provato a farlo anche con questa Festa, provando a costruirla come una manifestazione di democrazia e rappresentanza, una celebrazione di comunità e di politica nel senso più autentico del termine.
Se anche solo in parte ci siamo riusciti, è merito in primo luogo dei volontari e dei partecipanti, militanti, simpatizzanti e anche cittadini a noi lontani, oltre che delle associazioni, anche sindacali, che hanno preso parte ai nostri incontri. A tutti loro, grazie di cuore!

I nostri ringraziamenti vanno, inoltre, agli sponsor, agli artisti che abbiamo ospitato ed a tutti coloro che hanno offerto il loro contributo, anche in termini economici e organizzativi. Sono stati tanti, sarebbe difficile elencarli, ma ognuno di loro è consapevole del piccolo, grande contributo che ha dato per riportare a Crotone la Festa dell’Unità.

Ancora, senza voler essere autocelebrativi, ma giustamente riconoscenti, ringraziamo il PD provinciale e regionale che hanno deciso di accorpare alla Festa del circolo di Crotone, anche la Festa provinciale e una tappa di quella regionale. Una scelta simbolica che esprime la chiara volontà di riportare la città di Crotone al centro del dibattito politico regionale, così come testimoniato dalla presenza non solo di dirigenti di partito di livello provinciale, regionale e nazionale, ma anche di figure istituzionali quali Pina Picerno, vicepresidente del Parlmento europeo, e Andrea Cozzolino, europarlamentare.

Infine, il ringraziamento più importante va ai Giovani Democratici ai quali è stato affidato il compito di aprire la Festa dell’Unità. Anche in questa occasione, così come per le giornate che hanno preceduto e completato la Festa, con il loro apporto non solo materiale, ma soprattutto intellettuale, i GD ci hanno dato dimostrazione di competenza, buona volontà, dedizione e partecipazione senza riserve.
Con il loro contributo costante e continuativo i più giovani costantemente ci ricordano che la disponibilità al confronto e al dialogo, insieme alla passione politica, sono presupposti essenziali per far ripartire il Partito e il territorio.

Come PD Crotone, negli ultimi sei mesi, ma già prima del congresso cittadino, abbiamo speso ogni energia per promuovere questa ripartenza. Per garantirne la riuscita, da sempre lo diciamo, serve l’impegno di tutti, serve uno sforzo collettivo volto a ricostruire una comunità che dia respiro e forza alle nostre idee e alle nostre battaglie.
Per questo stiamo seguendo un percorso costantemente finalizzato a tenere dentro anche le voci critiche e ad includere nuove energie, insomma tutti coloro che vogliono contribuire a dare un futuro a questo Partito e a questa città, non solo in vista dell’appuntamento elettorale del 25 settembre, ma anche delle sfide che verranno dopo.
Abbiamo bisogno di uomini e donne disposti a confrontarsi in modo serio e responsabile, nel rispetto reciproco e con metodo costruttivo, su temi che interessano il territorio e le persone, rifuggendo da pregiudizi e antipatie personali. A chi, a prescindere, ha deciso di andare altrove o semplicemente di non esserci, ricordiamo che si lavora con chi partecipa.

Il Partito Democratico e la nostra città possono vincere solo se ci sleghiamo da dinamiche disfattiste che guardano a ieri e insieme lavoriamo a costruire il domani.

Annagiulia Caiazza
Segretaria PD Crotone