L’ANNIVERSARIO

Crotone, 16 novembre 1989.

Alle ore 13:20, il treno Locale 8437, composto da due automotrici ALn 668.3000, proveniente da Cariati e diretto a Catanzaro Lido, si scontra, dopo essere indebitamente partito dalla stazione di Crotone, in prossimità del passaggio a livello posto al km 237+322, con il treno Locale 12706 proveniente da Catanzaro Lido e diretto a Taranto.

L’urto è violentissimo in quanto entrambi i treni viaggiano a velocità prossime ai 100 km/h. Le automotrici in seguito all’impatto si rovesciano nella scarpata laterale, mentre il locomotore Diesel, la D.445.1008, subisce gravissimi danni soprattutto nella parte anteriore, che costringeranno ad avviarlo alla demolizione. I Vigili del Fuoco accorrono da Crotone e da Catanzaro e lavorano per ore tra le lamiere per estrarre i corpi delle vittime. Dalla cabina del locomotore viene subito estratto morto uno dei due macchinisti.

Alla fine si conteranno 12 morti e 34 feriti. I vigili del fuoco accorsero da Crotone e da Catanzaro e lavorarono per ore tra le lamiere per estrarre i corpi delle vittime. Dalla cabina del locomotore venne estratto morto uno dei due macchinisti. Dai vicini stabilimenti Montedison giunse sul posto un’autogrù. Squadre di operai delle ferrovie operarono tutta la notte alla luce delle fotoelettriche per liberare la linea dai rottami dei rotabili coinvolti.

Nello scontro persero la vita 12 persone tra viaggiatori e personale delle ferrovie: Carmelina Pistoia, Delia Sozzi, Antonella Serventi, Rosanna Perri, Rita Angela Geracitano, Loredana Gentile, Emma Gagliardi, Franca Cefalà, Mirella Cavalli, Antonio Sorrenti, Angelo Giuffrè, Salvatore Bruno; il 16 novembre 2016 una targa venne posta a memoria nella piazza antistante la stazione di Crotone.